⇒ Bimby, le nostre Ricette - Bimby, Torta Ciri: Mimosa Fuori, Diplomatica Dentro

lunedì 12 maggio 2014

Bimby, Torta Ciri: Mimosa Fuori, Diplomatica Dentro

Torta Ciri: Mimosa Fuori, Diplomatica Dentro
Ingredienti:
Per la crema chantilly: 250 g panna da montare fresca, 100 g zucchero, 500 g latte, 2 uova, 50 g maizena (amido di mais), 1 bustina vanillina, 100 g cioccolata fondente o gocce cioccolata, 30 g Rum, (no fialetta). 
Per il pan di spagna: Ricetta base, 150 g zucchero, 140 g farina, 70 g fecola di patate, 4 uova, 1 bustina lievito per dolci, 1 pizzico sale.
Per la sfoglia: 1 confezione sfoglia quadrata da 3 pezzi.
Per la pasta di zucchero PDZ: 1 confezione di pdz, ne basta una noce per una semplice decorazione come la mia, 1 confezione di colori primari alimentari liquidi.
Per la bagna: 100 g acqua, 50 g zucchero a velo, 3 cucchiai colmi Rum.
Preparazione: 
Preparare la crema: Inserire la farfalla nel boccale, versarci la panna e montare come d'abitudine. Io aziono il bimby senza puntare il tempo e osservo dal foro del boccale. Parto da velocità 3 e proseguo con la 4 fino a quando la farfalla inizia a lasciare le righe sulla panna lungo i fianchi del boccale. Mettere da parte.
Senza lavare il boccale inserire tutti gli altri ingredienti per la crema (tranne rum e cioccolato) e azionare il bimby 7 min 90° vel 4. Travasare quindi la crema in una ciotola e coprirla con pellicola appoggiata direttamente sulla crema fino a completo raffreddamento. Unire ora il rum, la panna e i pezzetti di cioccolato.
Preparare il pan di spagna e la bagna: (Consiglio di prepararlo mentre la crema si raffredda per ottimizzare i tempi). Per il pan di spagna: ho usato la ricetta di AGOSTINIMIRIAM.
Mettere lo zucchero nel boccale → 10 sec vel. 9; pesare farina, fecola e sale assieme sul coperchio mettendo sopra la carta da forno e tenendo da parte, impostare il tempo a 1 minuti e 30 secondi, far andare a vel. 6 e versare dal foro 1 uovo alla volta, “senza che le uova si vedano”, cioè aprire il primo uovo sul misurino e versare, aprire il secondo e versare e così via fino al quarto, e poi addizionare farina, fecola  e sale, che si trova nella carta forno già precedentemente pesati (fare tutto questo in tranquillità senza timore di non riuscire a fare tutto in tempo) dopo 1 minuto e 20, e quindi quando mancano 10 secondi al termine, aggiungere il lievito, l'impasto perfetto contiene le bolle visibili a fine impasto.
Stendere l'impasto sopra la carta forno nella leccarda del forno e dare la forma quadrata, cuocere nel forno statico, 170°C per 8 minuti, ma fare la prova stecchino appena asciutto è pronto, cioè quando dora appena la superficie, ma non seccare troppo. (A me di minuti ne sono serviti 12). Una volta sfornato, no dovendo arrotolarlo, l'ho semplicemente afferrato dai bordi della carta forno e spostato (con carta annessa appunto) su uno straccio bagnato dove l'ho lasciato fino a raffreddamento.
Per la bagna: mescolare assieme gli ingredienti fino a far sciogliere bene lo zucchero.
Creare il decoro in pdz: Mentre il pan di spagna si raffreddava, oltre a lavare immediatamente il mio boccale, ho preparato i decori in pdz. Ho imbevuto di poco rosso la pasta per fare le roselline e di blu e giallo quella per le foglie. Non avendo attrezzi adatti alla pdz ho recuperato un piccolo mattarellino di plastica e un coltellino di quelli per il pongo dei miei figli Wink Per le roselline ho creato delle strisce lunghe e strette che ho semplicemente arrotolato stringendole alla base. Per le foglie, steso un rettangolino dove ho ritagliato degli ovali appuntiti alle estremità e col coltellino ho segnato i solchi visibili in foto. Per il cuore ho usato uno stampino per biscotti.
Comporre la torta: Ho preso i tre quadrati di pasta sfoglia e ho posizionato uno di questi sul pan di spagna per prenderne la misura. Ho quindi ritagliato due quadrati di pds della stessa misura della sfoglia. 
Ho composto la torta iniziando con un quadrato di sfoglia che ho spalmato della crema chantilly, poi ho messo un quadrato di pdz,  l'ho bagnato con la sua bagna e l'ho quindi spalmato con la chantilly. Ho proseguito con il secondo quadrato di sfoglia, la crema, di nuovo il pds, la bagna, la crema e ho terminato con l'ultimo quadrato di sfoglia che ho coperto anche lui con poca crema che ho spalmato anche tutto attorno alla torta. I ritagli di pds avanzati li ho sbriciolati con le mani e li ho appiccicati alla crema sopra e tutto attorno alla torta, proprio come in una semplice mimosa. Ho infine posizionato i decori in pdz.
Ricetta di EnricaG su Vorwerk

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...